Giornata mondiale dell’acqua

 

acqua_021.jpgQuasi dimenticavo che oggi è la giornata mondiale per l’acqua! Questo tema a me caro, diventa ogni giorno più importante, in quanto purtroppo non tutti al mondo hanno ancora il diritto all’acqua! Il tema specifico di quest’anno è “Fronteggiare la scarsità d’acqua” e sottolinea la crescente rilevanza mondiale della scarsità d’acqua e la necessità di una maggior integrazione e cooperazione locale ed internazionale per assicurare una gestione sostenibile, efficiente ed equa delle scarse risorse idriche.

Riporto una dichiarazione del Direttore Generale della FAO, Jacques Diouf: “Con l’incremento demografico e una maggiore richiesta d’acqua per soddisfare il fabbisogno dei grandi agglomerati urbani, dell’agricoltura e dell’industria, s’intensifica la pressione sulle risorse idriche, e questo provoca tensioni, conflitti tra diversi fruitori che si contendono la risorsa ed uno stress eccessivo sull’ambiente”.

Infatti tra inquinamento, sprechi, prelievi e sfruttamenti eccessivi l’acqua pura è diventata un tesoro per il quale ogni nazione (in particolare i paesi in via di sviluppo) è pronta a tutto!

Per affrontare questa sfida, bisognerà trovare modi più efficaci di conservare, usare e preservare le risorse idriche del nostro pianeta. Nel 2030 probabilmente ci sarannopiù di 8 milioni di persone, quindi la disponibilità di acqua dovra essere adeguata per permette a tutte queste persone di vivere.

Inoltre il cambiamento climatico comporta nuove sfide. Il riscaldamento globale è infatti il principale responsabile dei periodi di siccità sempre più frequenti. A causa del cambiamento climatico si sono intensificati uragani ed inondazioni, che distruggono coltivazioni, contaminano le falde acquifere e danneggiano le strutture dove si conserva e si trasporta l’acqua. I piccoli contadini, che formano la stragrande maggioranza dei poveri rurali del mondo, spesso occupano terre marginali e poiché dipendono dalle piogge per la propria sopravvivenza, sono particolarmente vulnerabili ed esposti alla variabilità del clima.

Riporto alcuni dati (tratti da http://www.ecoblog.it) sull’emergenza acqua nel mondo:

  • Un miliardo e cento milioni di persone, più o meno un sesto della popolazione mondiale, non hanno accesso ad acqua sicura e 2 miliardi e 400 milioni, ossia il 40 per cento della popolazione del pianeta, non dispongono di impianti igienici adeguati.
  • Ogni giorno, circa 6.000 bambini muoiono per malattie causate da acqua inquinata, da impianti sanitari e da livelli di igiene inadeguati – come se 20 jumbo jet si schiantassero ogni giorno.
  • Si stima che acqua non potabile e impianti igienici inadeguati siano all’origine dell’80 per cento di tutte le malattie presenti nel mondo in via di sviluppo.
  • Donne e bambine tendono a soffrire maggiormente a causa della mancanza di impianti igienici.
  • Lo sciacquone della toilette in un paese occidentale impiega una quantità d’acqua equivalente a quella che, nel mondo in via di sviluppo, una persona media impiega per lavare, bere, pulire e cucinare nell’arco di un’intera giornata.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...