Primavera silenziosa

Ieri notte ho visto Terra, parlava delle proteste che si sono scatenate in seguito alle morti avvenute a causa dell’inquinamento, in particolare vicino ai grandi impianti industriali (petrolchimico di Gela, Marghera, industrie chimiche di Roma…). Cosi oggi vi presento un libro che non è soltanto un libro, secondo me è qualcosa di più…un passo per la storia! nell’ultima edizione troviamo la prefazione di Al Gore, un motivo in più per leggerlo.

88-07-81567-2.jpgPRIMAVERA SILENZIOSA

Rachel Carson

E’ raro che un libro riesca a modificare il corso della storia, eppure questo saggio è riuscito a farlo. “Il libro di Rachel Carson, pietra miliare dell’ambientalismo, è la prova innegabile di quanto il potere di un’idea possa essere di gran lunga più forte del potere dei politici”: così scrive nella sua Introduzione Al Gore, vicepresidente degli Stati Uniti nell’amministrazione Clinton. Carson previde con forte anticipo sui tempi gli effetti delle tecniche impiegate in agricoltura, dell’uso degli insetticidi chimici, e di sostanze velenose, inquinanti, cancerogene o letali, sull’uomo e sulla natura. Dopo la pubblicazione dell’opera nel 1962, il DDT è stato vietato e si sono presi una serie di provvedimenti legislativi in materia di tutela ambientale. L’appassionato impegno, lo scrupoloso rispetto della verità e il coraggio personale della sua autrice sono serviti da modello nella lotta per la difesa dell’ambiente in tutto il mondo, e lei stessa pu” essere considerata madre del movimento ambientalista. Primavera silenziosa, che è ormai un classico e conserva tuttora una grandissima attualità, dimostra che esistono varie alternative all’irresponsabile e impudente avvelenamento del pianeta da parte delle industrie chimiche, e che il lavoro congiunto di entomologi, patologi, genetisti, fisiologi, biochimici ed ecologi suggerisce soluzioni biologiche, basate sulla conoscenza degli organismi viventi. Per evitare che la primavera scompaia dalla faccia della Terra.

Aggiungo una nota bibliografica sull’autrice tratta dal sito http://www.lifegate.it a cura di Maurizio Torretti.

E’ al suo appassionato impegno, all’intensa attività di scrittrice e divulgatrice, che si deve la crescita di una diffusa sensibilità ecologista. Nata a Springdale, una piccola cittadina di campagna della Pennsylvania, si dedicò fin da bambina all’osservazione e all’esplorazione della natura. Appassionata di birdwatching, studiò biologia marina laurendosi a pieni voti alla John Hopkins University.

R.L Carson, fu la prima a prevedere con forte anticipo sui tempi gli effetti delle tecniche in agricoltura, la prima a denunciare pubblicamente e con appassionata forza i danni inferti alla natura dall’uso e abuso indiscriminato di insetticidi chimici (vedi DDT) e composti organici di sintesi, dal fenomeno della deforestazione e dall’incontrollato intervento dell’uomo sull’ambiente. Nei primi decenni del novecento erano in pochi ad occuparsi di danni ambientali. Per lo più si trattava di ricercatori troppo pavidi per denunciare la pericolosità di nuovi prodotti chimici o di scienziati troppo impegnati in laboratorio per pensare alla salute dell’umanità e della natura.

Quando nel 1962 la Carson scrisse “Primavera silenziosa”, un classico del pensiero ambientalista ed ecologista, tuttora di grandissima attualità, in cui descriveva con dovizia di ricerche e analisi scientifiche i danni irreversibili all’ambiente e all’uomo causati dai pesticidi, fu attaccata violentemente dalle multinazionali della chimica e dell’industria agroalimentare. Contro di lei fu montata una campagna di denigrazione di una brutalità senza precedenti. La Carson dedicò il suo libro-bomba (così lo definì in un rapporto confidenziale il legale di una società di pesticidi) ad Albert Schweitzer che disse “L’uomo ha perduto la capacità di prevenire e prevedere. Andrà a finire che distruggerà la Terra”. Rachel Carson, colei che aveva elaborato un pensiero scientifico, una nuova scienza, quella ecologica, morirà a Silver Spring nel 1964, due anni dopo la pubblicazione di “Silent Spring”, uccisa da un tumore al seno.

One thought on “Primavera silenziosa

  1. LUCA martedì 1 aprile 2008 / 12:49

    Gran libro.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...