Informazione geografica libera – 10 giugno 2008

Eccovi un resoconto del primo evento da noi organizzato.

Padova – La geografia è sempre più una materia marginale, anche nell’insegnamento, e da questa crisi prende spunto la neonata Associazione “Geograficamente” di Padova per proporre la rivalutazione e la rivisitazione della geografia in tutte le sue forme e non soltanto di quella conosciuta tra i banchi di scuola.

Nata all’inizio dell’anno dall’unione di interessi e passioni di studenti ed ex studenti del Dipartimento di Geografia patavino, ha iniziato la sua attività organizzando questo incontro su un tema emergente: la geografia e l’informazione geografica libera.

Questo argomento apre un ampio fronte di discussione. I due relatori, Flavio Rigolon e Luca Menini hanno dato un’ampia panoramica di tutto l’argomento, partendo dalla presentazione di Gfoss, l’associazione italiana per l’informazione geografica libera, ci si è poi spostati al cuore del discorso: il dato geografico.

In Italia, lo Stato, crea e fornisce dati geografici, il problema è che nella maggior parte dei casi il cittadino non può sfruttare appieno dati da lui stesso forniti e pagati attraverso tasse e imposte. Infatti i dati sono di difficile reperibilità e soprattutto sono coperti da una licenza che ne impedisce la piena libertà d’uso (lo stesso accade per i dati di googlemaps).

Tutto è nato qualche tempo fa in Inghilterra quando i cittadini si sono ribellati a questa mancata fruibilità per un servizio da loro stessi pagata, e da li si è esteso a tutto il mondo. È iniziato un processo di democratizzazione dell’informazione geografica che ogni giorno aumenta la sua portata.

Non sono da trascurare le conseguenze che questa “rivoluzione geografica” può avere, in primis a livello economico, basti pensare che negli USA il dato geografico libero ha dato la possibilità ad alcune software-house di creare programmi Gis per la gestione delle informazioni territoriali che oggi vengono vendute in tutto il mondo a suon di quattrini.

Questo in Italia non è possibile, per questo si sta sviluppando una comunità di utenti di software Gis “liberi” che offrono la possibilità di migliorare il software e di configurarlo secondo le proprie esigenze con tempi tecnici molto inferiori a quelli dei software proprietari (per i quali bisogna aspettare sempre (la nuova release).

Vorrei porre un accento sul termine “libero”, l’equazione “libero = gratuito” è vera solo in parte, infatti dall’uso di questi software può nascere un know-how che può diventare una prestazione professionale e quindi retribuita.

Ulteriore oggetto di discussione è stato il modo molto semplice con cui avviene la democratizzazione geografica, attraverso l’organizzazione di Mapping Party, manifestazioni pubbliche in cui le persone si riuniscono (in vie, piazze e strade di città e luoghi di particolare interesse) e tramite l’uso di semplici apparecchi Gps, raccolgono coordinate geografiche che vengono poi raccolte e caricate su Open Street Map un sito internet nato per condividere queste informazioni senza restrizioni d’uso. Il corrispondente cartografico della famosa comunità internet di Wikipedia.

Le conclusioni tratte portano ad affermare che questo campo è un mondo in forte evoluzione, pronto per essere sfruttato in vari e modi e pieno di opportunità (anche per il mondo universitario, perché no?) che l’Associazione Geograficamente non vuole perdere.

Potete vedere altre foto su Flickr

http://www.flickr.com/photos/27687392@N06/

Annunci

One thought on “Informazione geografica libera – 10 giugno 2008

  1. Andrea Rosina lunedì 16 giugno 2008 / 12:25

    E’ stata sicuramente una serata positiva. L’iportante è che chi utilizza o utilizzerà i dati geografici, abbia coscienza dei problemi che esistono, nel loro utilizzo.
    Spero vi siano altre iniziative sull’argomento.
    Ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...