Goodnews: il comune di Schio libera i dati geografici

Tania Fabrello della Piazza Telematica di Schio ci segnala questa buona notizia:

SCHIO LIBERALIZZA L’ACCESSO AI DATI CARTOGRAFICI

È IL SECONDO COMUNE ITALIANO

Lunedì 20 ottobre la consegna simbolica per l’inserimento nel progetto OpenStreetMap
E sabato il software libero sarà protagonista con il Linux Day

Dopo Merano, Schio è il secondo Comune in Italia che libera i suoi dati cartografici mettendoli a disposizione del progetto mondiale OpenStreetMap: iniziativa che ha l’obiettivo di realizzare mappe con licenza d’uso libera. Lunedì 20 ottobre nella Piazza Telematica del Comune vicentino ci sarà la consegna simbolica dei dati dalle mani dell’assessore Giorgio Pizzolato a quelle di Flavio Rigolon di GFOSS (Geographic Free and Open Source Software). L’iniziativa, che sarà presentata pubblicamente mercoledì alle 20.30 alla Piazza Telematica, si inserisce nell’impegno di promozione del software libero che tornerà alla ribalta di nuovo sabato 25 con il Linux Day a Schio, Vicenza e Bassano del Grappa.
Schio è quindi il secondo Comune italiano che decide di liberalizzare l’accesso ai dati cartografici relativi al proprio territorio rendendoli così disponibili in forma libera e gratuita al pubblico. Nello specifico, i dati saranno consegnati all’Associazione italiana per l’informazione geografica libera, detta GFOSS, che sostiene OpenStreetMap, un progetto mondiale che ha per scopo la realizzazione di mappe con licenza d’uso libera in modo che possano essere usate, copiate, rielaborate da chiunque, per qualsiasi finalità, con l’unica condizione che i nuovi dati implementati nel sistema siano pure essi con licenza libera. GFOSS si è impegnata formalmente a mettere a disposizione immediatamente e completamente i dati che le verranno consegnati, mettendoli online sul sito di OpenStreetMap.
Ma questa è solo la prima parte del progetto: perché alle informazioni della cartografia comunale chiunque potrà aggiungere foto, messaggi sonori e altri dettagli di pubblica utilità come i sentieri, i parcheggi, le farmacie o le fermate dell’autobus. Per inserire un nuovo itinerario sarà sufficiente percorrerlo portando con sé un apparecchio GPS (Global Positioning System) e registrando il tracciato e i punti di interesse. Tramite una semplice interfaccia, questi potranno poi essere messi sul sito.
«Da tempo abbiamo sposato questa filosofia “open” che punta a garantire l’accessibilità a tecnologie e software alla portata di tutti, senza costi di licenza – sottolinea l’assessore Giorgio Pizzolato – Un cavallo di battaglia della Piazza Telematica fin dal suo esordio. Ma non solo: anche i computer del Comune utilizzano oggi software liberi e per i dipendenti abbiamo organizzato appositi corsi»
E domenica 25 ottobre Schio sarà uno dei tre luoghi che nel vicentino ospitano il “Linux Day”, la giornata dedicata alla diffusione del software libero promossa da Italian Linux Society e organizzata localmente dai Linux User Group. Tanti gli incontri in programma che saranno ospitati al mattino, dalle 9 alle 13, al Liceo Scientifico Tron, in via Luzio 4, e nel pomeriggio, dalle 15 alle 18, alla Piazza Telematica, in via Pasini 27. Si parlerà di mappe aperte, delle applicazioni dell’open Source nel Campus Schio, di Ubuntu e Joomla. Per tutta la giornata si potrà provare Linux. Nel vicentino il Linux Day ha il patrocinio della Regione del Veneto, della Provincia di Vicenza e dei Comuni di Schio, Vicenza, Bassano del Grappa e Nove.

TUTTI I SENTIERI A DISPOSIZIONE IN RETE

L’Amministrazione Comunale di Schio ha liberalizzato l’accesso ai dati cartografici in proprio possesso relativi al territorio comunale. Tuttavia, le informazioni inserite in OpenStreetMap tramite la cartografia comunale saranno solo quelle basilari, ovvero le strade e i loro nomi: un punto di partenza e uno stimolo alla collaborazione e al contributo di tutti. Possono essere infatti aggiunti alle mappe foto, messaggi sonori e molti altri dettagli di pubblica utilità come uffici postali, parcheggi, farmacie, fermate dell’autobus, luoghi di interesse storico o turistico e molto altro ancora. Senza considerare poi l’enorme patrimonio di sentieri che contraddistingue il nostro territorio.
Per contribuire ad arricchire il progetto con un nuovo itinerario basta percorrerlo a piedi, in bici, a cavallo, in moto, in auto portando con sé un normale apparecchio GPS (Global Positioning System) e registrando il tracciato e i punti di interesse. I tracciati registrati, tramite una semplice interfaccia, dovranno poi essere messi online sul sito di OpenStreetMap dove chiunque nel mondo potrà, accedendo a internet, visualizzare, aggiungere nomi, modificare e usare i dati in qualunque modo desideri.
Per spiegare il progetto e verificare la possibilità di inserire in rete la sentieristica scledense è stato organizzato un incontro pubblico per mercoledì 22 ottobre p.v. alle ore 20.30 presso Piazza Telematica (ingresso dal portico dell’Informagiovani – Palazzo Romani-Rossi, via Pasini, 27).
Saranno presenti l’Ass. all’Innovazione – Tecnologie – Mobilità Giorgio Pizzolato e, per illustrare nel dettaglio gli aspetti pratici, Flavio Rigolon dell’associazione GFOSS.
Per informazioni: ufficio Piazza Telematica (0445 691457 il lunedì e giovedì dalle 14.30 alle 19.00, il mercoledì dalle 10.00 alle 13.00; info@piazzatech.it).

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...