Per saperne di più – Ma cosa sarà mai ‘sto “GIS”? (piccola rubrica geografica per i non esperti)

GIS è una sigla che sta per “Geographic Information Sistem” (in Italia si parla di SIT, Sistema Informativo Territoriale).

Come definire il GIS

GIS non è altro che un software per la gestione di dati geografici. Un GIS è un potente strumento per raccogliere, archiviare, recuperare, trasformare e rappresentare dati georeferenziati derivati dal mondo reale per particolari scopi.

Possibili applicazioni di un GIS

  • Geografia
  • Ingegneria civile
  • Geodesia
  • Rilievi catastali
  • Fotogrammetria
  • Telerilevamento
  • Cartografia numerica
  • Cartografia tematica
  • Studi matematici su variazioni spaziali
  • Pianificazione territoriale
  • Reti tecnologiche (tra le prime ad avvalersi…..)
  • Marketing
  • Valutazione di Impatto Ambientale
  • e tutto ciò che è esprimibile in materia spaziale

Vantaggi rispetto alla produzione tradizionale

Il GIS ha maggiore:

  • Efficienza (enorme quantità di dati gestiti e migliore qualità di trattamento dati)
  • Possibilità di calcolo (enorme possibilità di elaborazione modellistica)
  • Iterazione (aggiornamento continuo dei database. Cartografia aggiornabile)
  • Versatilità

Se il GIS è un software, di quale Hardware si avvale?

Hardware: dal supporto cartaceo a quello elettronico….

Per la raccolta (sorgenti di) dati ci si avvale di:

  • Telerilevamento
  • Rilievi sul campo
  • Cartografia
  • Banche dati

Per l’ inserimento dati (input dati), nel GPS (Global Position Sistem), ci si avvale di:

  • Terminali>
  • Digitizer
  • Supporti magnetici e ottici
  • Scanner
  • Files

Ma cos’è un “Database geografico”??

Se la definizione di “database” può essere “una combinazione di hardware e software che permette di gestire una notevole quantità di dati”, DATABASE GEOGRAFICO è “una collezione di oggetti cartografici e di informazioni ad essi associate in forma digitale

… avremo così un database grafico (gli oggetti, il disegno) e un database valori (il foglio di calcolo)…

… e il database grafico avrà 2 forme:

  • Vettoriale (gli oggetti e le rappresentazioni sono espresse, all’interno del grafico –nelle coppie di coordinate- in Punti,  Linee, Aree cioè Poligoni)
  • Raster (gli oggetti e le rappresentazioni sono espresse, appunto, in “raster”, un foglio a quadretti, formato da celle (pixel) definito dal numero di righe

… il vettoriale è più preciso, ma il raster è migliore su operazioni matematiche (molti sorgenti di dati, come i satelliti, forniscono i loro dati in modo Raster). I due sistemi sono interscambiabili (è comunque più problematico passare da raster a vettoriale)

… il database valori si basa su una serie di informazioni quantitative e qualitative associate agli oggetti grafici:

  • è continuamente aggiornabile
  • consente “query” (ricerche) tra “layers” (strati) diversi

un layer è uno strato informativo (esempio le curve di livello)… i “punti quotati” sono organizzati su un layer

Organizzazione dei database grafici

Gli oggetti grafici sono organizzati in “strati” diversi (layers), a seconda del tipo di informazione o dell’origine della stessa:

ogni layer (strato) può avere un proprio “database valori”

si possono eseguire “query” (ricerche) sia in senso orizzontale (sullo stesso layer) che in senso verticale>

….Allora, per concludere, ma cos’è veramente un GIS??

Il GIS è uno strumento

“Garbage in……………………….. garbage out!” ……. Cioè:

“Se entra spazzatura…………. esce spazzatura!”………………

Avete capito qualcosa su cos’è un GIS??

IL MATERIALE QUI PROPOSTOVI E’ STATO TRATTO DA APPUNTI DEL CORSO GIS DEL PROF. FRANCESCO FERRARESE DEL DIPARTIMENTO DI GEOGRAFIA DI PADOVA.

Advertisements

3 thoughts on “Per saperne di più – Ma cosa sarà mai ‘sto “GIS”? (piccola rubrica geografica per i non esperti)

  1. fernirosso sabato 31 gennaio 2009 / 21:59

    chiaro,diretto,immediato.Grazie.fernanda f.

  2. mobilerugged lunedì 9 marzo 2009 / 15:12

    …Se il GIS è un software, di quale Hardware si avvale?

    Sopratutto di strumenti adatti in ragione della specifica applicazione e spesso : quando la tua applicazione ti produce un profitto, la tua applicazione è “critica”.

    Noi della comunità RMC Rugged Mobile Community ci siamo riuniti appositamente per dialogare al riguardo, veniteci a trovare su http://www.ruggedmobile.ning.com

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...