Festival delle Libertà digitali – (“ho fatto le mie scoperte perché sono potuto salire sulle spalle di giganti” Isaac Newton)

wikimedia1

Festival delle Libertà DigitaliVicenza e provincia, 22-24 maggio 2009

Il Festival delle libertà digitali è il primo evento di questo tipo a livello nazionale, alla sua prima edizione. Si propone di coinvolgere una più ampia fascia di persone nei valori positivi della rivoluzione culturale che stiamo vivendo, quella digitale, legata ad Internet, sulla spinta etica e dei principi di libertà che sono alla base del software libero.     Vogliamo mostrare che la condivisione di risorse in rete è possibile in modo legale utilizzando i principi etici alla base del software libero. Ci rivolgiamo in particolare ai giovani, con la condivisione legale della musica, di immagini, di notizie e di conoscenza. Interagiamo con le persone, con cui sperimentiamo dal vivo progetti su Internet socialmente significativi e basati sul volontariato degli utenti, come l’enciclopedia libera Wikipedia.    Gli organizzatori del festival sono le associazioni Wikimedia Italia e LUGVi – Linux User Group di Vicenza.   

Perché? In tutta Italia dal 2001, l’ultima settimana di ottobre, si svolge il Linux Day, evento che con oltre 100 manifestazioni contemporanee in diversi centri è diventato il più importante delle comunità di volontari che promuovono Linux e il software libero.
Oltre al Linux Day è giunto il momento di creare un nuovo evento che, partendo dalla spinta etica e dai principi di libertà alla base del software libero, coinvolga una più ampia fascia di persone nella rivoluzione culturale che stiamo vivendo, quella digitale, e in particolare quella legata alle “libertà digitali”.   Internet ha infatti avviato un fenomeno sociale formidabile e largamente positivo di condivisione. È necessario imparare tutti a sfruttare correttamente questi nuovi strumenti, da tempo non più confinati al ristretto mondo degli “informatici” e che anzi contaminano la nostra vita di tutti i giorni.    Un esempio è Wikipedia: un’opera collettiva scritta interamente da volontari, che in pochi anni è divenuta la più grande enciclopedia al mondo e la più consultata, oltre che uno dei più importanti progetti “non profit”. È spesso citata anche come esperimento di democrazia partecipativa e come una nuova forma di intelligenza collettiva.
La condivisione digitale, diciamocelo, è anche un buon “antidoto” contro la concentrazione del potere mediatico in poche mani: per non appiattire i cittadini a semplici consumatori, valorizzandoli invece come veri “attori” della comunicazione.

Il modello del festival. La nostra scelta è caduta sul “modello festival”: perché composto di eventi aperti, volutamente differenti fra di loro, per non veicolare solo contenuti ma anche esperienze dirette e personali, per offrire nuove opportunità di scambio e confronto tra cittadini, gruppi e associazioni.

Obiettivi

1.      Diffondere la cultura aperta della “condivisione digitale” secondo i principi etici (alla base del software libero) in particolare tra i giovani, allargando il giro “oltre” l’informatica (es. la musica).
2.      Contribuire al rafforzamento della “rete di persone” che utilizzano Linux, software libero e formati aperti a scopo sociale, per lavoro o per svago.
3.      Scambiare esperienze positive e condividere buone pratiche.
4.      Diventare il principale luogo di incontro in Italia sul tema, a fianco dell’iniziativa del LinuxDay.
4.     Promuovere e collegare le attività inerenti diffuse nel territorio.  A partire dalla prima edizione del 2009, lo schema e la struttura del festival sono costruiti volutamente per essere il più possibile aperti, favorendo la partecipazione e l’iniziativa di realtà culturali del territorio e in particolare a quelle che si riconoscono nei principi alla base della conoscenza libera e del software libero. È interesse dell’iniziativa allargarsi a macchia d’olio nelle successive edizioni, diffondendosi nel territorio, nei comuni e nelle scuole.

Cosa?

1° festival delle libertà digitali. Sito ufficiale www.libertadigitali.org

Quando?

Da venerdì 22 a domenica 24 maggio 2009.

Dove?

Provincia di Vicenza. In particolare: centri storici di Vicenza, Schio e Marostica.

Come?

A partire da questo primo evento del 2009, lo schema e la struttura del festival dovranno essere il più possibile aperti, favorendo la partecipazione e l’iniziativa di associazioni che si riconoscono nei principi alla base della conoscenza libera e del software libero, senza rimanere ingessati in meccanismi troppo formali.

Oltre ai gruppi e associazioni da noi contattate, è nell’interesse dell’iniziativa allargarsi nelle successive edizioni, diffondendosi nel territorio, ai comuni e alle scuole. Festival delle libertà digitali – 22-24 maggio 2009 –

WIKIMEDIA ITALIA – associazione per la diffusione della conoscenza libera –  info@wikimedia.it –  www.wikimedia.it

il Programma del Festival, in tutti i suoi dettagli, lo pubblicheremo pure su questo blog nelle prossime settimane. ORA, QUI DI SEGUITO, GLI INCONTRI SERALI DEL LUNEDI’:

Incontri c/o la Circoscrizione 4, Vicenza, via Turra 70, ore 20:30

lunedì 4 maggio:

Foto digitali: stamparle IN casa o DA casa?

Tania Fabrello di Piazza Telematica Schio

lunedì 11 maggio:

Fotografia, GPS e cellulare: nuove tecnologie per l’escursionismo

Renato Augelli dell’Associazione Geograficamente

lunedì 18 maggio:

Condividere su internet: Wikipedia e altro

Marco Chemello dell’Associazione Wikimedia Italia

……………………

Cos’è il Festival?

Il Festival delle libertà digitali è un’occasione per coinvolgere le persone nei valori positivi della rivoluzione culturale che stiamo vivendo: quella digitale, legata ad Internet, sulla spinta etica e dei principi di libertà che sono alla base del software libero.

Condividere risorse in rete in modo legale e socialmente utile è possibile? Si, se impariamo ad utilizzare i principi su cui si basa il software libero. Ci rivolgiamo a tutti e in particolare ai giovani, promuovendo la condivisione legale della musica, di immagini, di notizie e di conoscenza.

Per informazioni www.libertadigitali.org

…………………….

A Vicenza dal 4 maggio al 24 maggio 2009 il “Festival delle Libertà Digitali“. (di LUCA MENINI, ideatore del festival)

Si comincia lunedì 4 maggio alle 20:30 con un incontro dal titolo: “Conviene stampare foto IN casa o DA casa?”. Tania Fabrello anima di Piazza Telematica di Schio. Piazza Telematica svolge un’ottima opera di divulgazione e formazione all’uso delle nuove tecnologie. Questo è il primo dei 3 incontri presso la Circoscrizione 4 di Vicenza (in via Turra 70) di avvicinamento ai temi delle libertà digitali e in particolare ai valori positivi della rivoluzione culturale che stiamo vivendo: quella digitale, legata ad internet.

Tutto il festival ruota attorno ai principi di libertà che sono alla base del software libero e vuole essere uno spunto in particolare per i giovani, promuovendo la condivisione legale della musica, di immagini, di notizie e di conoscenza.

In questa intervista racconto perché mi sono “imbarcato” in questa avventura. Avventura condivisa dal Linux User Group di Vicenza e da Wikimedia Italia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...