Mappers

Il piacere di mappare un territorio è un nuovo aspetto del segnare un tragitto, che si apprende osservando quello che ci circonda. E’ una forma ludica di assorbire le immagini della terra e della natura considerando i dettagli che si incontrano facendo un’ escursione. La cosa interessante è che nel contempo si può sperimentare una vera e propria cognizione geografica di quello che si sta facendo. Si scopre che tuttavia non si tratta solo di una semplice escursione sul territorio, eseguita con un GPS. Si tratta di osservare le caratteristiche geomorfologiche, le curve di livello, i percorsi che tracciano i corsi d’acqua, le aree di macchia, le porzioni rocciose e le presenze antropiche. In pratica tutti i segnali che produce la natura e che contraddistinguono un territorio. Mappers sono persone che disegnano il territorio mediante occasioni d’incontro geografico. Questi eventi si chiamano “mapping party” e sono interessanti per comprendere, come anche camminatori di montagne, appassionati di MTB e runners, rimangano affascinati dall’idea di scoprire una maniera differente di conoscere il territorio.  Si sa, spesso si va, si sceglie di andare per una via, per un percorso, per caso e per curiosità. Talvolta si fa un’analisi accurata della cartografia, si prendono le misure. Sono misure proprie di ciò che si conosce, come il proprio limite, oppure come nel caso di un territorio non ancora mappato, si tratta di misure ignote. In ogni caso si fa perchè ci è stato suggerito e perchè rappresenta in qualche modo, una sfida. Alla base c’è sempre uno stimolo di scoperta. Certamente può essere legato alla passione, ma anche alla ricerca, allo studio, all’esplorazione. Introdurre alla “tecnologica” attività di mappare un territorio, un gruppo di camminatori in quota, esperti di orienteering e “vecchi” soci CAI è senza dubbio stimolante. Si osserva come intimamente si fidino solo della propria esperienza. Il GPS spesso viene considerato come intruso. Mappers e MTB o Runners si sentono però portati ad osservare tutto con indulgenza. Per fare una metàfora si può pensare alla stessa che provano anche i vecchi fotografi. Quelli che usano la lastra d’argento e scattano in analogico bianco e nero. E’ l’indulgenza che porta il sorriso che compare sulle loro labbra quando osservano i neo acquirenti delle reflex digitali. Tutto questo l’ho potuto appurare durante una lunga preparazione. Ho raccolto il materiale per la realizzazione di una conferenza sull’utilizzo dei GPS per scopi escursionistici e mi sono dato del tempo. Ho iniziato a frequentare i siti web dei bikers, di coloro che praticano MTB e dei trekkers. Con un certo mio stupore sono diventato uno di loro. Ho preparato lo zaino e sono andato in montagna con la cartografia della zona. Non si può insegnare qualcosa a qualcuno se prima non lo si è fatto, praticato sul terreno. Non si può spiegare nulla che non si è veramente sperimentato e quindi ho realizzato una piccola serie di percorsi in quota sulla neve. Poi anche giri in bicicletta, progettandoli in anticipo per poi restituirli sul GPS eseguendoli realmente. Successivamente mi sono mosso in moto e ho usato il GPS in altro modo, con altri tempi. Valli e colline e poi pianura, sempre con il GPS nella tasca grande sopra al serbatoio. Sotto il profilo squisitamente pratico sono sempre partito dalla carta. Cartografia escursionistica studiata e ordinata secondo il percorso che avevo deciso di preparare. Ho usato un GARMIN MAP 60 e come software quello in dotazione Mapsource il cui manuale di riferimento è scaricabile liberamente a questo link. E’ giusto considerare come questo pacchetto Garmin non sia software Open Source, ma un pacchetto proprietario. Tuttavia devo ammettere che l’operatività è stata fluida e semplice. Progettare percorsi con questi strumenti è davvero agevole anche per chi non ha grande esperienza di GIS.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...