L.A. Green Grounds – Coltivazioni in città

L.A. Green Grounds – Coltivazioni in città

Ron Finley, presidente dell’associazione di volontariato “L.A. Green Ground”, ci da’ un esempio di come utilizzare aree urbane non utilizzate e non considerate dalla pubblica amministrazione.

Questo “giardiniere combattente” – come si definisce lui stesso- tenta di migliorare la situazione  di South Central L.A., una zona dominata da negozi di liquori, fast food,  lotti liberi, dove le persone in sovrappeso sono cinque volte tante rispetto a Beverly Hills, dove ci sono persone che muoiono di malattie curabili, dove c’è una rivendita di sedie elettriche e centri di dialisi che spuntano come Starbucks.

Ron Finleey

Ron Finley è partito da queste due necessità: procurarsi da mangiare in un deserto di cibo (food desert – come lo definisce lui, perché non c’è la possibilità di trovare cibo fresco, salutare e a prezzi ragionevoli) e migliorare la situazione del suo quartiere.

La sua associazione L.A.Green Grounds, dopo aver avuto un può di problemi con la pubblica amministrazione, grazie a una petizione ha avuto la possibilità di dimostrare alla pubblica amministrazione, un modo intelligente per usare i lotti non utilizzati,  in modo intelligente.

Lo scopo di questa associazione, oltre che a sensibilizzare le persone a seguire uno stile di vita sostenibile a tavola e quello di riunirle per fare qualcosa di utile per il proprio vicinato, per rivitalizzare il tessuto connettivo del quartiere sono partiti dalla condivisione dell’orto di quartiere perché coltivare il proprio mangiare è “Growing your food is like printing your money”.

 

 

Ron Finley: Un giardiniere guerrigliero a South Central Los Angeles

http://www.ted.com/talks/ron_finley_a_guerilla_gardener_in_south_central_la.html

Advertisements

2 thoughts on “L.A. Green Grounds – Coltivazioni in città

  1. Agata mercoledì 10 luglio 2013 / 9:28

    Se non ricordo male, già nel 1992-3 esisteva un sistema ove i cittadini potevano iscriversi in liste d’attesa per ottenere dei lotti “urbani” da coltivare (con la modica cifra di pochi pounds all’anno).

    ad maiora

  2. lucapiccin giovedì 11 luglio 2013 / 4:19

    Tutto è in questa frase : “Growing your food is like printing your money”.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...